Sigillum

Il Libro di Enoch

(c) Wellcome Library; Supplied by The Public Catalogue Foundation

Nei primi secoli del cristianesimo il libro di Enoch venne considerato "canonico" a tutti gli effetti. Il fatto è che il "canone ecclesiastico" si formò solo nel IV secolo e solo allora si cominciò a distinguere i "libri rivelati" (il tradizionale antico Testamento ed i Vangeli sinottici) ed i "libri apocrifi": il libro di Enoch finì tra questi ultimi.

Sta di fatto che, a partire dal VI secolo, il libro era scomparso dagli elenchi ufficiali. Ma non era stato dimenticato: la sua memoria dette origine alla fioritura di una vasta aneddotica e, nello stesso tempo, al formarsi di un alone di mistero intorno alla sua vera natura e contenuto.

Simbologia

La "Monade Geroglifica"

La "Monade Geroglifica"

Monade, che significa unico, rappresenta la sostanza semplice, indivisibile, inestesa e di natura spirituale che costituisce l'elemento ultimo delle cose.
Il "Sigillum Emeth" (Æmeth)

Il "Sigillum Emeth"

(Æmeth)

Il Sigillum Emeth (Æmeth), conosciuto anche come Sigillum Dei Emeth è una versione rivista e corretta del Sigillum Dei, realizzato dall'alchimista John Dee, che ne ha aggiunto al nome la voce "Æmeth" ovvero "Verità", uno dei 72 nomi di Dio nella tradizione cabalistica.

La "Monade Geroglifica"

I "24 Teoremi"

Dee tenta così di esprimere in un simbolo l'omogeneità dell'Universo e del Creatore, ogni elemento individuale essendo descritto come componente rapportato alla Monade, rappresentato come emblema Mercuriale combinato con il punto e il Crescente Binario.

Blanc De Blancs

Denominazione: VSQ Spumante
Vitigno: 100% Chardonnay
Prima annata prodotta: 1989
Superficie vigneto: 1,15 ettari
Esposizione: Est – Nord/Est
Altitudine: 180 – 220 m slm
Pendenza: Dal 35% al 45%
Anno di reimpianto: 2000
Piante per ettaro: 5.000
Resa per ettaro: 85 q
Tipo di terreno: Argilloso-limoso in superficie con vene sabbiose e un substrato gessoso
Potatura: Guyot semplice
Vendemmia: Manuale in cassette
Temperatura e durata di fermentazione: Pesatura delle uve, pressatura sequenziale, separazione della “cuvée” e delle “taille” e fermentazione a partite separate a 18°C
Vinificazione: Tradizionale in vasca Affinamento: 33 mesi di permanenza sui lieviti dopo il tiraggio
Grado alcolico: 11,5% vol
Acidità totale: 7,6 g/l
Acidità volatile: 0,35 g/l Ph: 3,06
Temperatura di servizio: 8° – 10° C
Colore: Giallo paglierino chiaro e brillante. Pèrlage fitto ed esuberante
Olfatto: Bouquet netto e fragrante, con agrumi bianchi (pompelmo/cedro) e delicati cenni floreali, assieme alle caratteristiche note briosciate cedute dai lieviti
Palato: Effervescenza viva ma sottile, acidità fruttato-agrumata tipica dello spumante Metodo Classico da aperitivo, buona persistenza con ritorni di agrumi canditi
Abbinamenti: Molluschi e crostacei a carne dolce (cappesante, langoustine, granseola), pesci a carne bianca lessati, fritti o in carpaccio, hors d’œuvre e primi piatti con verdure di stagione, formaggi freschi a pasta morbida

ATHANOR LTD LONDON

Telefono +39 334 2973148‬

Email: info@athanor.it

Athanor

© 2019 Athanor LTD